Vocal Coaching US/UK/AU
+39 0331/1816160

Stampa

5 consigli per parlare indossando una mascherina

5 consigli per parlare indossando una mascherina

Anche se in televisione continuano a mostrarci conferenze stampa e interviste di personaggi più o meno noti che non indossano le mascherine protettive, che ricordiamolo sono una barriera difensiva più per non contagiare gli altri che per prevenire il nostro contagio, chiunque ne abbia indossata una, si sarà subito reso conto di avere dei problemi a respirare, a parlare e soprattutto a farsi comprendere.

Tra le centinaia di email che ricevo quotidianamente, ultimamente le ricevo sempre più spesso da persone che trovano difficile parlare e farsi ascoltare attraverso una mascherina di tipo medico o chirurgico. Chiaramente se utilizzate una maschera antigas, il discorso diventa ancora più complicato. Non fatevi trarre in inganno dai film di Hollywood, la finzione è sempre lontana dalla realtà.

Chiaramente chi ha alle sua spalle una buona formazione vocale, sarà in grado di emettere suoni e articolare parole in modo molto più efficace, anche attraverso una mascherina.

Normalmente chi prova a parlare a lungo attraverso una mascherina si ritrova con qualche infiammazione all’apparato fonatorio, come abbassamenti di voce, raucedine, o tonalità fastidiose. sbalzi di toni.

Dato che ci tengo molto a preservare la salute vocale, ecco i miei cinque consigli per parlare indossando una mascherina per difendersi dal CoronaVirus:

  1. Respirare sempre attraverso il naso
    Dato che la portata d’aria che passa attraverso la mascherina, se bene indossata, è molto inferiore a quella a cui si è abituati normalmente, si tende inconsciamente a respirare con la bocca.
    Ebbene è bene continuare a respirare attraverso il naso sia per scaldare e umidificare l’aria che entra nei nostri polmoni, sia per filtrare ulteriormente le particelle di polveri sottili o altro che passerà comunque dalla mascherina.
  2. Effettuare respiri più lenti e profondi.
    Come abbiamo visto attraverso la mascherina l’aria che possiamo immettere nel nostro corpo è minore del consueto. Dato che non è possibile cambiare il proprio atteggiamento respiratorio in maniera autonoma, è bene cercare di effettuare respiri più lenti, ovvero distribuiti nel tempo, e profondi.
  3. Limitarsi a comunicare l’essenziale
    Quando si indossa un mascherina, al lavoro o fuori casa, è bene cercare di essere il più concisi possibile. Evitare di chiacchierare del più e del meno, di argomenti inutili o di cose non essenziali. In questo modo eviterete di andare in apnea e di rimanere col fiato corto.
  4. Parlare lentamente
    Cercate di parlare lentamente, come se stesse parlando ad uno straniero, scandendo tutte le parole e cercando di fare scendere il ritmo. Immaginate di parlare in una stanza con un forte riverbero, con una grande rimbombo, aspettate che ogni parola sia arrivata a destinazione prima di pronunciare la successiva.
  5. Non alzare il volume della voce
    Molte persone tendono inconsciamente ad aumentare il voce, un po’ perché non sentono più bene il loro stesso suono dalle orecchie, dato che è attutito dalla mascherina, un po’ perché l’altra parte comunica di non avere compreso il messaggio.

Se avete altre domande, scrivetele pure qui sotto!

Inborn Voice in aiuto alle Aziende Lombarde

Inborn Voice in aiuto alle Aziende Lombarde

Mylena Vocal Coach, CEO di Inborn Voice, ha scelto di aiutare le aziende della sua terra nativa offrendo un fondo di formazione pari ad un controvalore di 25.000 dollari in aiuto delle aziende di Milano e di tutta la Lombardia colpite dagli avvenimenti degli ultimi giorni.

Dato che il governo locale incentiva il telelavoro, le aziende si troveranno di fronte a qualcosa di nuovo per loro, ovvero come costruire, gestire e portare al successo un nuovo tipo di relazioni a “distanza”.

Mylena è una vocal Coach specializzata nell’Executive Communication, nelle Communication Skills aziendali e nel Team Building, che collabora da più di 30 anni con le principali multinazionali che hanno affrontato questo tipo di rivoluzione aziendale già da molto tempo.

Mylena offrirà gratuitamente alle aziende che ne faranno richiesta delle lezioni online di Team Building e di Comunicazione sociale, al fine di tenere alto il morale e la produttività del cuore economico dell’Italia.

Migliorare le proprie capacità di comunicazione vocale porta ad una naturale armonia ed unità, indispensabile nei momenti di crisi aziendale.

I requisiti per accedere al fondo sono pochi e semplici:

  1. L’azienda deve avere la sede operativa in Lombardia
  2. L’azienda deve avere attivato il telelavoro solo nel 2020
  3. Essere responsabili di un Team di lavoro di almeno 5 elementi.

Chiunque fosse interessato ad accedere all’esperienza di Mylena Vocal Coach può farlo contattandola direttamente attraverso il suo sito.

Inborn Voice in Costa Smeralda

Inborn Voice in Costa Smeralda

Ogni giorno si incontrano persone nuove. Molte volte non si bada neanche a loro, le ignoriamo. Altre volte, scatta una connessione, una magia, che porta ad approfondire il rapporto. Chi mi segue sa perfettamente che “il caso non esiste”, per cui è sempre bene essere allineati con la propria Inborn Voice perchè qualcosa di magico accada.

Tanto tempo fa, una di queste persone, una cliente e un’amica, mi ha invitato a passare del tempo estivo nella sua casa in Costa Smeralda. Io solitamente preferisco mantenere la mia riservatezza e raramente accetto questo tipo di proposte. Ma quella volta la mia Inborn Voice mi ha portato in Costa Smeralda, in uno dei posti dove tutto il mito di quei luoghi è nato: a Porto Rafael.

Mai avrei immaginato di scoprire tante cose legate a me, al mio lavoro, nella calda e soleggiata Sardegna. Eppure in passato avevo avuto già diversi “richiami” da quei luoghi, ora tanto cari. Oggi a distanza di anni, anche se il legame con chi mi ha portato in Sardegna non è più di questo mondo, continua a battere, forte, sempre, come sulle ali di una Freccia Alata.
Le antiche tradizioni di quell’isola nascondono tanti segreti che vale la pena approfondire, ad esempio i Brebus.

Oggi è uscito una mia interessante intervista su un portale della Costa Smeralda, vi invito a leggerla cliccando sull’immagine qua sopra, mentre troverete l’intervista a Mylena Vocal Coach in Costa Smeralda sul portale ufficiale cliccando sul link

Ecco alcuni estratti:

Con la sua voce scandaglia il potere della forza che sta rinchiusa in ogni individuo. Letteralmente rivela il segreto che sta dietro all’incredibile potere del suono della voce umana e insegna un metodo, infallibile ed efficace. «Ciascuno di noi ha una sua voce vera e bellissima, bisogna solo essere in grado di tirarla fuori – ne è convinta Mylena Origgi – attraverso i miei corsi io tendo ad accordare la voce alla volontà.»

La voce ha a che fare con il successo e lo status di una persona, ma a patto di rispettare una regola. «Deve essere vera, autentica – sottolinea Mylena -. Non si può barare né recitare, niente fake. Un tema molto caro in questo momento al mondo dell’informazione ma anche al mondo anglosassone. Per questo Inborn voice funziona perché il mio talento è quello di tirar fuori chi siamo attraverso la voce, forse è una modalità filosofica ma bisogna partire da noi stessi, per me ha a che fare con una dimensione divina per ritrovare una spirale positiva. C’è bisogno di autenticità e fiducia: parlare con la propria voce permette di essere genuini.»

Workshop e Masterclass di Vocal Coaching a Milano

Workshop e Masterclass di Vocal Coaching a Milano

Ecco un piccolo video realizzato durante il workshop di Vocal Coaching, La tua Voce, la Tua Identità, tenutosi a Milano.

 
 

ed ecco alcune testimonianze raccolte subito dopo l’evento:

 
 

Ecco la trascrizione delle testimonianze. Lasciate un commento qua o nel video se avete domande:

Inborn Voice mi ha dato energia.
Ho condiviso le energie di tutte le persone che erano qui con me.
E’ cambiata la mia voce!
La sento, grazie di questo!
E’ cambiato il mio modo di pormi: voglio osare, da oggi voglio osare!
E ringrazio la sorgente in piena che mi ha dato davvero la luce, quindi grazie, grazie, grazie Mylena Vocal Coach!

Inborn Voice ha fatto tornare la sorgente alla fonte, mi sento molto fluida, mi sento molto liquida dentro, come la neve che si è sciolta e che ha raggiunto un ruscello.
E nello stesso tempo sento un calore scoppiettante, ma più moderato.
La mia voce, sento che è diventata l’accessorio migliore che ora vorrei sfoggiare!
Quindi un grazie sincero a Mylena Vocal Coach, un grazie all’energia del gruppo perché mi sento molto ricca, come la madre terra, grazie!

A tutti coloro i quali cercano una soluzione copiando qualcun altro, e so che siete in tanti.
A tutti coloro i quali sanno che dentro di loro c’è qualcosa che deve emergere e non sanno come farla emergere.
A tutti coloro che si sono ingozzati di decine di libri di auto aiuto, eccetera, eccetera, eccetera
Voi sapete chi siete!
Fate anche questo workshop!
La soluzione è piuttosto semplice, rimuovendo blocchi emotivi che purtroppo possono impiegare anni in altro modo, vedi psicanalisi ahimè o per fortuna, però diciamo che questa è una cosa a mio avviso collaterale e più veloce, si può liberare talenti che sono sepolti quintali di polvere questo è quello che vi auguro e quello che sento.

Ogni Workshop Inborn Voice è un tassello nuovo per la mia vita.
Auguro a tutti di poter vedere questo video e condividerlo e trarne il meglio.
Provare, dicono che non costa nulla, e ad oggi posso confermare che i soldi sono solo un mezzo: la felicità è ben altro!
Grazie Mylena Vocal Coach!

Sono al mio terzo workshop e posso dire ufficialmente che Inborn Voice non delude mai!
Non delude mai perché davvero è quella scintilla che se vuoi, ti può davvero cambiare la vita.
Bisogna crederci tanto, lavorarci tanto, smettere di dare un nome alle cose.
Inborn Voice è come un rock, che lancia la bomba soltanto se sei disposto poi a lavorare dalle macerie e tirati su
Quindi ringrazio Mylena Vocal Coach e i compagni di viaggio di oggi perché mi hanno dato tantissimo. Mi hanno aiutato ad avere la conferma di quello che è il posto del mondo.
Posso solo ringraziare e dire che provo una grande gioia aver condiviso questo percorso con queste persone e mi rivolgo a chi, se come me a 40 anni si è chiesto se tutto è qui, io vi dico di no!
Non è tutto qui!
Ma venite a scoprirlo perché Inborn Voice è qualcosa che si vive.
Rock!
You Rock!

Mylena Vocal Coach Intervistata per Oltre

Mylena Vocal Coach Intervistata per Oltre
Mylena Interview by Oltre

Oggi Mylena Vocal Coach ha ricevuto la copertina e due pagine di intervista sul settimanale Oltre edito da La Prealpina. Finalmente l’intervista è più incentrata sull’aspetto quantico e vibrazione del metodo Inborn Voice e non solo su quello più “tradizionale”.

Ecco l’intera intervista per voi tratto dal sito de La Prealpina:

Impariamo a usare la voce

Addio a quelle voci noiose, monotone e prive di grazia. Possiamo lavorare su noi stessi e liberare la nostra voce. E avere una vocalità affascinante e vera. C’è speranza per tutti: diventa realtà poter parlare ed essere ascoltati vedendo le persone che pendono dalle proprie labbra. Sì, perché ammettiamolo, tutti vorremmo avere una voce gradevole.

Non si tratta di una moda ma ormai la tendenza è chiara: è quella di sfruttare il “voice power”. Chissà qual è il segreto che sta dietro all’incredibile potere del suono della voce umana e di come poterla usare. Ciascuno di noi ha una sua voce vera e bellissima, bisogna solo essere in grado di tirarla fuori: ne è convinta  Mylena Origgi, bustocca diventata  The Voice Guru a livello mondiale, specializzata nell’insegnare a tirare fuori la propria vera voce. E dare fiducia, perché non ci sono voci brutte. 

Il suo metodo, che fa letteralmente impazzire gli statunitensi, ma non solo, si chiama Inborn Voice ovvero ritrovare la nostra vera voce, quella di cui siamo dotati alla nascita. 

Origgi, che in questi giorni è in Europa e domenica primo dicembre è a Milano per un workshop per poi tornare a Boston dove ormai vive stabilmente, insegna e scrive libri, l’ultimo  La via della voce

Il segreto del suo successo? Parte proprio dalla sua voce. Per chi non si intende né di canto né di hertz, il concetto è molto più semplice e intuitivo. «La voce per me è data da vibrazioni che apportano una differente frequenza quantistica. È una risonanza di vibrazioni rispetto alle persone – spiega la Voice Guru -. Io non parlo di colori della voce, per me si tratta di esprimere la nostra anima». 

Energia pura che vibra, appunto, e attraversa le persone andandole a colpire in profondità, nelle zone più istintive e non razionali dell’essere umano. «Il mio lavoro consiste nel conoscere la voce più intima, attraverso nuova energia, come la scelta di un vestito. Tante volte sentiamo dire “la mia voce non mi piace”: il mio messaggio è positivo perché può essere migliorata in modo illimitato, con la potenza che si desidera a seconda del tempo». 

Si tratta di un percorso che negli Stati Uniti ha riscosso e riscuote un enorme successo, tutti si rivolgono alla vocal guru, dai presentatori televisivi ai cantanti ai personaggi dello spettacolo. «Pensate che a Boston sono i professori universitari a rivolgersi a me perché la loro carriera dipende anche dalla voce che condiziona il modo di insegnare: un insegnante con una voce boring (noiosa) avrà studenti con minore successo agli esami. Ed è dunque una necessità invece fare apprendere con successo. Una vocalità affascinante si riflette anche sul successo dell’allievo».

La voce ormai riflette il successo e lo status di una persona, ma a patto di rispettare una regola. «Deve essere vera, autentica – sottolinea Mylena -. Non si può barare né recitare, niente fake. Un tema molto caro in questo momento al mondo dell’informazione ma anche al mondo anglosassone. Tutto ciò che è fake non è gradito, c’è bisogno di autenticità e verità. Per questo Inborn voice funziona perché il mio talento è quello di tirar fuori chi siamo attraverso la voce, forse è una modalità filosofica ma bisogna partire da noi stessi, per me ha a che fare con una dimensione divina per ritrovare una spirale positiva. C’è bisogno di autenticità e fiducia: parlare con la propria voce permette di essere genuini». 

Ci sono notevoli benefici anche a livello psicofisico: «Le vibrazioni arrivano sempre: pensiamo a una farfalla che vola via veloce. Ecco, anche la voce arriva alla parte profonda e si sedimenta nel corpo e ci si riallinea». Dimenticate dunque vocalizzi, esercizi ba-ba-ba ma-ma-ma, questo è un metodo per ritrovare la voce: «Ascoltare e ascoltarsi, trovando una connessione con se stessi. Per me ci sono parole mantra che ciascuno di noi ha e ripeterle aiuta, ci sono poi parole respingenti che ci bloccano. Il mio talento è riconoscerle parlando e lavorando con le persone, lavorare sull’autostima mentre tutti la distruggono». E pare proprio che funzioni, visto che migliaia di persone si rivolgono a Mylena. Anche qui in Italia: da Giovanni Scialpi all’attore Dino Spinella fino a Daniel Marangiolo dei IPantellas