English Version

La voce riflette il sesso, l’età, la personalità
e l’umore della persona che parla.

identità vocale

La voce ci identifica

La voce è in grado di rendere ognuno di noi riconoscibile rispetto a tutti gli altri, eppure pochi ci fanno caso. Rimaniamo sempre sorpresi quando al telefono veniamo scambiati per qualcun altro o quando un imitatore riesce perfettamente a usare la voce di un altro. Il primo esempio dovrebbe farci capire quanto sia limitata la capacità di trasmissione dei moderni mezzi di comunicazione e il secondo quanto sia plasmabile la vocalità di ognuno di noi.

Identità Vocale

La voce ci rende subito riconoscibili e individuabili fin dalla prima parola che emettiamo. Tutti accettano questo fatto come la normalità, ma pensandoci bene questo è davvero eccezionale. Ognuno di noi è fisicamente diverso dagli altri, ma nessuno si sofferma a pensare che anche la nostra voce è unica.

Quindi che senso ha la moderna tendenza a voler semplificare talmente le cose da arrivare a costruire vocalità tutte identiche tra loro? Vi siete mai chiesti come mai tante persone che rimangono riconoscibili mentre tengono un discorso, quando si mettono a cantare improvvisamente diventano dei bravi e inconsapevoli imitatori? E’ proprio la diversità vocale dell’essere umano che, a parità di contenuto (che sia un discorso o un brano musicale), renderà più o meno piacevole quello che abbiamo da dire agli ascoltatori.

La voce innata

Non si può parlare di voce senza considerare il corpo e la mente della persona che la crea. La Tecnica Vocale da sola può solo servire ad acquisire consapevolezza, non può produrre i miracoli tanto sperati.

Nella vocalità dell’essere umano è nascosto il segreto di una comunicazione comprensibile e immediata, che si voglia parlare o cantare: chi lo ha capito ha sempre raggiunto eccellenti obbiettivi di carriera, specialmente se la voce è il suo strumento di lavoro principale.

Occorre lavorare sulla propria voce in modo da esaltare la sua naturale individualità espressiva, senza la quale è solo un contenitore vuoto. Quando una persona non riconosce la propria voce registrata bisogna sempre indirizzarsi a due mondi differenti. Il primo è quello della tecnica che si utilizza, appresa in modo sbagliato da soli o mal consigliati, il secondo è quello della propria personalità. Infatti molte persone non si riconoscono soltanto quando cantano. Il significato di questa "esperienza" è da ricercare nel fatto che quando iniziano a cantare utilizzano la voce e il cervello in un modo nuovo, senza i filtri creati dalla maschera che si è creata negli anni. Rimangono spaesati dall'udire quello che in realtà è il loro bambino interiore.