+39 0331/1816160
  • Seminari e WorkShop

    In tutto il Mondo!

    Tengo regolarmente Seminari
    e WorkShop in Europa e negli U.S.A.
    Se vuoi esserne informato allora
    iscriviti alla Newsletter
    o alla pagina FB!
    Seminari e WorkShop »

    Seminari e WorkShop
  • Migliora la tua voce

    in poco tempo!

    Prima ti renderai conto dell'importanza della tua voce in ogni aspetto della tua vita, prima prenderai in mano le redini della tua vita.
    Filosofia »

    ufficio verde giovane attore
  • App per IPhone

    Scaricala subito!

    Sono stata la prima Vocal Coach a realizzare una App legata al mondo della formazione vocale. Scaricala subito!
    La app per la tua voce! »

    Vibrazione della voce iphone app
  • Vibrazioni positive

    La voce è vibrazione

    Tutto quello che ci circonda è vibrazione. Accorda la tua voce con il tuo spirito e ritroverai la tua voce innata!
    Vibrazione! »

    far fiorire la voce

La paura di sbagliare pronuncia fa diminuire
le possibilità espressive della vocalità.

Dizione e Pronuncia

Differenza tra Dizione e Pronuncia

Oggi giorno le persone tendono a concepire la dizione per quello che non è.
La dizione definisce solo quale sia il modo giusto o sbagliato di leggere, di recitare o di cantare qualcosa di specifico. Non bisogna intendere Dizione come sinonimo di Pronuncia o Fonazione. La dizione ha sempre a che fare col comunicare le proprie emozioni davanti a un pubblico, nella scelta delle parole da usare, senza aver nulla da dire sulla pronuncia.

Potremmo fare attenzione alla differenza sottile che c'è tra un vocabolario e un dizionario. Entrambi hanno forma scritta, quindi è da escludere per entrambi implicazioni legate alla pronuncia, anche se i più moderni usando l'alfabeto fonetico. Il vocabolario è una raccolta di parole con i rispettivi significati, mentre il dizionario è una raccolta di parole con i rispettivi significati e alcuni modi di dire o frasi celebri che ne mostrano l'uso.

Una volta capito questo concetto, sarà evidente a tutti che la chiarezza della pronuncia è comunque fondamentale. Infatti per esprimere agli altri la propria emozione, occorre dare la giusta energia e intenzione alle parole, senza distorcerne la comprensibilità. Osservando la cosa nel suo complesso, per essere chiari non basta pronunciare correttamente ogni singola parola di un discorso, ma occorre vivere e gestire anche tutti i singoli momenti di pausa esistenti.

Un errore di fonazione o di dizione è sempre legato a una cattiva coordinazione muscolare delle varie parti coinvolte: c’è gran differenza tra il pronunciare chiaramente una parola e pensare di averlo fatto!

Nella realtà tutta la fonazione e la dizione sono opera di processi inconsci, automatici, al di fuori del controllo cosciente del nostro cervello. Perché una persona se ne riappropri occorre fare un chiaro percorso di formazione, del tutto ignorato da gran parte dei professionisti che si occupano della vocalità.

Ad esempio, la lingua svolge il ruolo principale dell'articolazione delle parole e quasi tutti gli insegnamenti poco professionali moderni tendono a limitarne la mobilità in posizioni davvero assurde. È evidente a chiunque che limitare la mobilità della lingua non potrà che produrre persone che parlano o cantano con pronunzie davvero poco chiare e comprensibili.

Tralasciare l'importante per dedicarsi al superfluo.

Nella vecchia idea di scuola, non solo quella vocale, si poneva l’accento e si dava grande importanza alle basi. I più anziani tra voi ricorderanno le innumerevoli pagine ripetute fino alla nausea, piene di stanghette e di cerchiolini. Questo era il primo passo per addestrare il nostro corpo a padroneggiare lo strumento matita, in modo da predisporci per imparare a scrivere. La nostra calligrafia è cresciuta con noi istintivamente ed esprime la nostra personalità, esattamente come ha fatto la nostra voce, anche senza nessun insegnamento apparente.

Si racconta che le più grandi voci del passato passassero anni a definire la chiarezza delle vocali nella pronuncia di ogni sillaba: perché è davvero fondamentale che il messaggio che si vuole trasmettere arrivi chiaro, altrimenti la persona che ascolta è costretta a cercare di comprenderlo, perdendo il filo dell’intero discorso!

La mentalità occidentale è portata a pensare che si possa ottenere tutto con piccoli trucchi o scorciatoie. Nessuno valuta che le cose più grandi della propria vita siano in realtà state ottenute con anni di duro lavoro e continui errori. Pensate ai vostri primi passi. Nessuno vi ha detto "alzati e cammina". Avete iniziato a rafforzare i muscoli delle gambe (per mesi!), poi avete iniziato a sviluppare il senso dell'equilibro (altri lunghi mesi!) e solo dopo lungo tempo avete provato a fare il primo passo. E siete sicuramente caduti, peraltro facendovi male! Se ognuno di noi avesse cercato trucchi o scorciatoie, oggi nessuno camminerebbe!

Chi si occupa della voce tralasciando le basi per dedicarsi subito alla scelta delle parole da usare, in realtà terrà un discorso con una vocalità paralizzata e incapace di esprimere l'intera mobilità del corpo di una persona sana.