Milena Origgi, il potere della voce

Oggi è andata in onda su Rete55 uno speciale dedicato a Mylena Vocal Coach, Milena Origgi, e il suo lavoro negli Stati Uniti d’America.

Ecco il video integrale dell’intervista (25 minuti)


Ecco la trascrizione dell’intervista:

Debora Banfi: Benvenuti in studio perla un nuovo speciale che abbiamo deciso oggi di dedicare a una tematica molto particolare: la voce. Non a caso abbiamo scelto un ospite d’eccellenza Milena Origgi, definita Mylena Vocal Coach, e benvenuta.

Milena Origgi: Grazie e benvenuta anche a lei.

Debora Banfi: Grazie mille a Milena, appunto. Tu sei delle nostre zone perché sei nata a Busto Arsizio, sei quindi di origini lombarde anche se attualmente vive in america. Ma partiamo proprio dall’inizio per capire come tu abbia veramente percepito di avere questa voce così particolare, questa capacità di cui proprio parleremo tra poco. Tu hai scoperto di avere una voce così intensa così profonda, capace di trasmettere emozioni già da bambina, all’età di 8 anni, vero?

Milena Origgi: Esatto ho scoperto questa voce, questo accordo, questo suono dentro di me, meraviglioso, intenso, proporzionato alla mia età, ma forse ancora più forte che mi portava ad essere sempre più matura degli altri, sia nel ragionamento ma soprattutto nell’approccio emotivo con le altre persone. Le persone mi riconoscevano, mi ascoltavano con grande piacere e toccavo sempre l’anima delle persone che incontravo, fino a questa è tenera età se non probabilmente anche prima.

Debora Banfi: E’ accaduto a dirlo ed appunto ha iniziato, ovviamente, come tutti i bambini, cantando nel coro dell’oratorio piuttosto che facendo piccole esperienze e hai proprio capito che questa voce sarebbe stata un po la tua carta d’identità anche da adulta, anche per quanto riguarda l’ambito professionale.

Milena Origgi: Esatto è stato così impegnativo, bello, piacevole, nasceva insieme a me continuava insieme a me, e le persone mi riconoscevano quasi prima di dire il mio nome dicevano “talalì e quella che alla bella voce”. Nell’area bustocca principalmente io venivo riconosciuta subito per questo, poi arrivava il mio nome ed era molto importante perché questa cosa sapevo che mi avrebbe portato da qualche parte, non avevo ancora l’idea chiara di dove, ma ho sempre pensato in grande perché per arrivare a fare qualcosa di grande e bisogna pensare in grande, e non con la testa ma con l’anima, e questo era proprio quello che io sentivo ed esprimevo immediatamente attraverso il suono della mia voce

Debora Banfi: Certo pensare in grande,, ma anche fare tutto da sola perché inizialmente non sei stata molto sostenuta dalla tua famiglia i tuoi genitori hanno anche loro una voce molto bella molto profonda, ma non ti hanno mai spronata nell’approfondire queste tue capacità e magari accompagnati in un percorso che potesse farti migliorare o farà diventare appunto la voce la tua professione, hai deciso di fare tutto da sola

Milena Origgi: Allora diciamo che i miei genitori mi hanno assolutamente dato, attraverso le loro voci, un’infinita consapevolezza del potere della voce, sia a livello amoroso che a livello anche talvolta di essere come dire ripresa ed educata correttamente, però non hanno mai creduto di spingermi, come molti genitori fanno per diventare famosa importante o comunque diventare una persona molto egocentrica, i miei genitori sono sempre stati inclini ad indicarmi un’educazione rispettosa, umile, gentile e quindi il vecchio percorso di vai a studiare molto presto per diventare famosa, a casa mia non è mai esistito, quindi io li ringrazio per questo perché molti bambini che oggi vengono da me, ma anche adolescenti, hanno dei genitori che invece spingono forzatamente perché “devono” diventare famosi e io spesso rifiuto di lavorare con queste persone perché la voce è un elemento di salute all’interno della persona e spingere dei bambini a fare un qualche cosa che probabilmente non arriva da loro ma arriva prevalentemente dal desiderio dei genitori di mostrarsi è assolutamente qualcosa che io combatto

Debora Banfi: Certo, assolutamente. Diciamo che la via più tradizionale sarebbe stata per te quella di diventare una cantante quindi di diventare famosa a livello nazionale magari anche internazionale insomma forse sarebbe stata la strada più semplice da percorrere ma tu a un certo punto della tua vita hai deciso di fare qualcosa di diverso quindi di specializzati nella formazione.Quindi partiamo proprio da qui da dove è nata questa idea e che cosa che ha portato quindi a cambiare rotta a passare da mettere da parte, mettiamola così, la professione di cantante appunto per passare a quella della formatrice

Milena Origgi: Allora è curioso, perché cantando cantando le persone amavano chiaramente quello che facevo, volevano sempre di più ascoltarmi, ma cominciavano a dirmi anche “quando parla lei canta” e io dicevo sì è vero. Mi piace moltissimo la mia voce, piace anche agli altri e quindi poi ho cominciato ad aiutare delle persone a migliorare la loro voce perché erano magari timide, volevano parlare, avevano magari i primi curriculum da esporre, ero molto giovane, e le prime lingue e soprattutto l’inglese, li aiutavo dalla fonazione alla pronuncia, l’enunciazione, così per simpatia. Successivamente questa voce diventa sempre più chiaro che non è più solo legata al canto,, il canto è un’esposizione ulteriore ma non è l’esposizione principale, e ho cominciato a pensare e a sentire che io cantavo mentre parlavo, dopodiché questo mi ha portato a dire ma se io riesco a cantare mentre parlo, vale a dire affascino le persone, coinvolgo le persone, tocco l’anima delle persone, questo è un dono e lo devo usare e come dicevo poc’anzi tra di noi, le persone continuavano sempre di più a dirmi “sentirti parlare è quasi curativo, raggiunge, tocchi la mia anima, penso che sia importante che tu faccia qualcosa per più persone”. E da lì, persona dopo persona, cliente dopo cliente, i risultati non erano più soltanto nell’ambito artistico della vocalità ma erano diventati all’interno della espressività e della vocazione della persona nella sua vita, andavamo proprio toccare l’essenza quindi questo poi mi ha portato a dire, sto facendo qualcosa di più grande, i risultati sono incredibili, veramente incredibili.

Debora Banfi: Appunto tu hai creato un metodo si chiama metodo Inborn Voice, è proprio perché in qualche modo vai a scavare proprio dentro la persona e attraverso la voce ricostruisci un po quella che è l’identità della persona e riesce anche a scovare le sue sofferenze, i suoi problemi, i suoi dolori, possiamo dire quindi che la voce va proprio a raccontare qualcosa di noi

Milena Origgi: Vero la voce, perfettamente, è un meraviglioso quadro nel quale non è omesso mai, almeno per le mie orecchie, il mio dono, ne l’ombra più scura ne il raggio di luce più intenso, ma racconta completamente tutto

Debora Banfi: certo quindi possiamo dire che la nostra voce va anche a cambiare nel corso della vita, magari noi non ce ne accorgiamo però proprio si va un po modulare in base a quello che viviamo,

Milena Origgi: Si la voce diventa un “contenitore” di tutte le esperienze, di tutte le sensazioni che abbiamo vissuto, ma non s livello razionale, è a livello di frequenza quantistica, quindi noi riceviamo dai nostri genitori, dai nostri compagni di scuola, da anche uno sconosciuto per strada, determinate frequenze che decidiamo, nemmeno inconsciamente, ma ancora più profondamente, di trattenere o meno, in base al nostro stato di quel momento. Se sei pronto ad aprirsi o no quindi nella voce c’è tutto, continua a cambiare ed è fondamentale comprendere che quando invece è connessa alla propria Inborn Voice, non cambia mai.

Debora Banfi: Certo questo metodo ti porta a educare nei persone a liberare la loro voce, tu dicevi proprio poco prima di entrare in studio, in qualche modo vai a cancellare degli errori che sono stati commessi in un percorso di formazione precedente proprio per far sì che ognuno ritorni in qualche modo alle proprie origini e sia appunto libero di esprimersi attraverso la sua voce a questo un po il segreto del tuo lavoro

Milena Origgi: Dunque il segreto è quello che invece di mettere delle nozioni ulteriori, che tra l’altro passano sempre per la mente quindi raramente vanno a toccare l’anima. E’ molto più facile andare sul superficiale che nella parte profonda, io vado a trovare questi punti perché nella voce sono immediatamente chiari a me. Cominciò a sgretolarla, a trovare eventualmente l’angolo dove possono iniziare ad essere rotti, distrutti, sciolti, affinché si riesca a ritornare all’origine. Nei cartoni animati, ma anche nella cultura orientale, è ben espresso con l’energia il “ci”, quindi il centro della vita di noi stessi, andando a ritrovare quel camino quel centro, quel “ci”, l’energia molto profonda quella quale siamo nati e del motivo per cui siamo in questo mondo. Cosa succede? La voce ritrova, questa è la frase di una giornalista che mi è piaciuta moltissimo, è una sorgente zampillante dove nuovamente attingere alla vita. In questo momento poi è molto importante questa frase, che stai dicendo, e porta assolutamente in un’altra dimensione. Qualcuno lo affianca anche ad un’esperienza in modalità “matrix”, vivere la voce attraverso il metodo Inborn Voice.

Debora Banfi: Certo sicuramente questa esperienza non è utile soltanto chi utilizza la voce a livello professionale ad esempio pensiamo banalmente al cantante ma può essere utile a tutti noi perché in qualche modo appunto ci riporta alle nostre origini come proprie dicevi poco fa

Milena Origgi: Certo diciamo che forse i clienti più light sono quelli che arrivano a livello artistico, poi molti vogliono approfondire, però la voce ormai per me è completamente a 360 gradi, dal business a chi vuole ritrovare se stesso, a chi vuole presentare a chi vuole motivare, però di fondo tutti quelli che mi raggiungono ormai hanno capito che non sanno, non trovano più, sentono che è mancante, la loro essenza principale, la loro vera identità: “cosa sono qui a fare, chi sono, cosa rappresento, mi sono persa o mi sono perso”. Ecco qua la strada e la via della voce, un segreto nascosto sulla bocca di tutti che poi è il libro che ho scritto.

Debora Banfi: Certo tra l’altro appunto me mi parlavi di questi casi di queste esperienze mi stava venendo in mente l’altro libro di cui appunto tu mi parlavi poco fa che ti definisce un po come la guru della voce ed in questo libro tu ci racconti l’esperienza di alcune persone che tu hai aiutato e che sono riuscite in qualche modo a migliorare la propria vita quindi magari a raggiungere l’obiettivo che si erano prefissate o semplicemente a risolvere qualcosa che le tormentava o magari non era neanche totalmente definito

Milena Origgi: Diciamo che molti arrivano dicendo “sento un qualcosa qui” oppure “si è bloccato qui” oppure “si concentra qui”, poi volte arrivano anche con delle problematiche fisiche vere tipo “si abbassa la mia voce” oppure “ho mal di stomaco” e casualmente facendo questo percorso molti di questi problemi spariscono. In questo libro, quello nuovo, la guru della voce, storie di magia e rinascita è molto bello perché sono loro a parlare, sono sedici persone che hanno deciso di spogliarsi davanti ai lettori e di raccontare ciò che Inborn Voice ha fatto e passiamo da storie abbastanza light, quindi storia di business nel quale diventare motivatore poi è significato per loro attraverso la voce sapere veramente guidare gli altri, a storie di mamme che hanno saputo migliorare la loro educazione non solo come concetto ma proprio con una voce che ha dato ai propri figli una direzione di sicurezza ma nello stesso tempo di autorevolezza, e poi ci ritroviamo invece nell’ambito delle persone che amo maggiormente quelle che vanno cercando veramente questo diamante puro che hanno dentro di loro, e abbiamo delle storie che raccontano anche di dipendenze importanti che sono state rimosse attraverso la forza di queste frequenze Inborn Voice, ritrovando veramente la gioia di vivere veramente senza maschere.

Debora Banfi: Certo tra l’altro queste tue abilità sono state riconosciute a livello internazionale in particolar modo proprio negli Stati Uniti d’America perché noi sappiamo che esistono vari tipi di carta verde che vengono appunto riconosciute per gli immigrati negli stati uniti e quella rilasciata per abilità straordinarie un po quella più ambita perché anche un po più difficile ottenerla non a caso viene proprio definita la green card dei geni a te è stata proprio conferita questa perché hanno riconosciuto queste tue abilità e queste tue capacità, non a caso infatti tu ora vivi lavori in america

Milena Origgi: Vero, io vivo a Boston poi mi sposto spesso a New York e ho aperto un nuovo studio a Los Angeles e sono in continua espansione. In europa sono stata a Londra poi in Italia sono stata a Milano da un punto di vista lavorativo e questa green card o genius green card è rarissima e devo dire che sono la prima persona al mondo, neanche prima donna, molti mi chiedono prima donna, no prima persona a livello storico quindi magari tra 50 anni mi troverò su dei libri di storia, ad aver raggiunto questo traguardo che vengono rilasciate pochissime devo dire che ci avventuriamo forse a 0,004 per cento delle richieste mondiali. Sono veramente rarissime e fu data da Albert Einstein tempo addietro, proprio per le sue capacità straordinarie. E’ una green card speciale, bellissima, difficilissima da ottenere, che ha richiesto anni impegno, dedizione, ma mi consacra veramente come la visionaria in questo ambito di vocal coach che secondo me è ormai diventato anche riduttivo e non è più soltanto un vocal coach, ma parliamo proprio di una Voice Guru, parliamo di una persona che è un’esperta a livello anche universitario di un settore che sta ancora nascendo e devo dire che non voglio prendermi tutti i meriti ma di sicuro quasi tutti, perché il mio sito nasce più di 20 anni fa ho aperto questa strada, dove la voce non è più soltanto artistica, la voce è l’essenza vitale della persona è il primo contatto autentico di chi siamo, quando non raggiungiamo poi questa profondità di Inborn Voice. Quindi questa esperienza Bostoniana e Newyorkese, durissima, che ci metteremo probabilmente una puntata intera solo per raccontarla, è meravigliosa perché l’america, non me lo hai chiesto ma io lo dico con amore, arriva in america intorno ai 16 anni ero ancora minorenne guardavo i grattacieli dal basso verso l’alto e dicevo “io prima o poi qua tornerò, e tornerò in maniera forte ed importante perché questo è il dono che Dio mi ha dato” e così è stato e ora sono riconosciuta proprio dal governo degli Stati Uniti. Gli stati uniti d’america, non fanno sconti a nessuno e ci tengo, l’ho detto anche al sindaco di busto arsizio, la mia è una genius green card self sponsored, vale a dire che non è stata sponsorizzata ed aiutata da nessuno, ma solo ed esclusivamente dalla mia forza, dal mio coraggio e insieme a me dal dono che Dio mi ha dato perché ero accompagnata da questa grande forza.

Debora Banfi: Certo tu parlavi prima delle università perché stai collaborando con università di tutto il mondo, anche con l’università Cattolica di Milano, quindi continuano le tue collaborazioni anche in Italia proprio per diffondere questo metodo già tra i più giovani

Milena Origgi: Assolutamente i ragazzi hanno oggi più che mai bisogno di questa voce in profondità poiché tutto ciò che social, i telefonini, ecco hanno quasi paura a volte di parlare al telefono con gli altri, usano più il messaggi di testo o addirittura i giovani mi dicono “ma guardi, mi si secca la lingua non riesco non so come esprimere le emozioni, neanche con i miei genitori”. Quindi io lo sto portando la mia esperienza nell’università, perché la voce servirà nel futuro come non mai, per definire il proprio personal brand, ma anche di più visto che saremo sempre più valutati in base a come ci esprimiamo. Oggi il curriculum vitae non sono più presentati solo livello cartaceo, ci sono i video e nei video tu puoi essere anche bellissimo, ma se la tua voce non regge, automaticamente chi ti vuole assumere dice che cosa sta succedendo? e questo è un messaggio che voglio dare i giovani attraverso l’università, ma anche i professori, ed è fondamentale e collaboro con Cattolica e Bocconi che amo entrambe come ideologie, mi piacciono molto perché io amo vedere il mondo giovanile e il desiderio di non solo imparare ma esprimere quello che hanno dentro, altrimenti sono ricchi di informazioni e poi dopo quando devono presentarsi non sono in grado non sono in grado e quindi cosa ne facciamo di tutto quel bagaglio quindi è molto importante. Io adoro tantissimo lavorare con le università perché c’è sempre qualcosa di nuovo, i giovani, per quanto io mi considero ancora giovane, ma i ragazzi ovviamente è che sono diciottenni ventenni hanno veramente bisogno di usare questa comunicazione vocale, perché spesso temono di non avere dei buoni amici e io dico che le vere amicizie nascono da una buona voce, se non si è onesti con la propria voce si cerca di mascherare le proprie paure attraverso di essa, è difficile avere anche buoni amici e l’amicizia poi crea il nostro futuro e non a caso tu parlavi proprio di queste nuove generazioni e dell’utilizzo sempre più spropositato di cellulari, tablet che spingono appunto questi ragazzi a parlare pochissimo ad utilizzare invece soprattutto i testi scritti ed emoticon quindi in realtà proprio a perdere quella che è la vera relazione umana. Si deve partire proprio da qui perché poi in realtà la voce ci permette di relazionarsi agli altri ma se utilizziamo il telefono il tablet e gli strumenti tecnologici sembra quasi che noi ne abbiamo più bisogno. Assolutamente una cosa fondamentale che dico ai giovani, dico tutti ma principalmente ai giovani in questo caso è che il messaggino che noi mandiamo può essere non solo mal interpretato ma spesso quando non vanno d’accordo con qualcuno dopo un messaggio di testo, cosa succede? Succede che si devono chiamare devono parlare perché nella voce abbiamo delle sfumature che fanno capire se siamo arrabbiati se ce la siamo presa o no se è importante quello che stiamo dicendo e quindi abbiamo la verifica, il cosiddetto feedback, mentre il text message, all’isolamento che è un altro grosso problema che sto sempre di più trattando perché porta all’isolamento. Queste cose non permette più quasi neanche di scegliere di parlare e se noi non parliamo e non diciamo siamo ciechi davanti alle sfumature che può avere la voce che ci possono permettere di capire. Se spesso la ragazzina che mi chiede del suo fidanzato e via dicendo: il tuo fidanzato se usi il messaggio di testo potrebbe essere che si sbaglia lui, capisce quello che vuole lui, usa la voce ma usa la vera voce

Debora Banfi: Certo infatti molti fraintendimenti nascono proprio da questi messaggini perché ogni persona li interpreta a proprio modo e quindi non si riesce a salvare un rapporto magari per delle piccole banalità.

Milena Origgi: Certo con la voce ben usata ma soprattutto ben collegata non si può sbagliare. La voce non mente mai a chi da sa leggere però anche loro devono imparare a leggerla. Molte persone che conosco si preoccupano tantissimo del giudizio, i ragazzi hanno terrore del giudizio: “cosa penserà?”. Ma se noi non usiamo la nostra voce per comprendere nel mondo anche le sfumature degli altri attraverso la loro voce il giudizio diventerà sempre più grande e a un certo punto ci congelerà da qualche parte

Debora Banfi: Certo ed appunto tu hai anche scritto un altro libro perché prima abbiamo citato il tuo primo libro ma prima di definire la nostra puntata al nostro speciale importante parlare anche del secondo “la via della voce, nascondere un segreto sulla bocca di tutti”

Milena Origgi: E’ proprio quello che stavamo dicendo adesso cioè in qualche modo saper utilizzare la propria voce per esprimersi e per raccontare il vero quindi quello che veramente ci caratterizza. Questo è fondamentale perché mi piace sempre anche se sembra un po banale, questo esempio però funziona sempre. Se siamo una mela non possiamo parlare in “melese” ad una pera, ok? Quindi che cosa succede se noi facciamo questo? Succede che l’altra persona non recepisce il nostro messaggio quindi non ci ritroviamo. Siamo una mela, siamo una pera siamo, una fragola, riconosciamoci e poi facciamo sapere che siamo quella persona perché noi per primi sappiamo che siamo allora quel punto tutto verrà svelato dall’amore, all’amicizia, alla conoscenza. Tutto non significa che si avrà un grandissimo successo perché volta è successo e anche un insieme di non verità, soprattutto in certi ambiti, ma è fondamentale che loro sappiano che questo è indispensabile per avere un immediato sentire vero e maturazione della propria comunicazione. Se non matura la comunicazione noi continuiamo ad imparare sui libri e non la viviamo non la sperimentiamo, siamo in profonda difficoltà relazionale.

Debora Banfi: Certo prima di concludere un accenno all’attualità tu parlavi prima dell’isolamento cioè alle persone non solo preferiscono mandarsi magari il messaggino scritto piuttosto che telefonarsi o parlarsi faccia a faccia ma a volte tendono proprio ad isolarsi sicuramente la pandemia ciò spinge ancora di più ma l’isolamento quindi in questa fase post pandemia speriamo dato che purtroppo i dati stanno cominciando a parlare di un aumento comunque dei contagi ma vogliamo essere positivi cioè la fase post pandemia stai vivendo appunto un peggioramento da questo punto di vista persone che si sono abituate ancor di più all’isolamento e che fanno ancora più fatica a relazionarsi con gli altri

Milena Origgi: Allora devo dirti la verità ho avuto un boom in questa pandemia, ma un boom di persone che non vedevano l’ora di parlare e di sapere come parlare. Nel mio caso li ha portati a riflettere su quanto non poter parlare e comunicare mancasse e questo li ha portati a farsi una domanda “chi sono?”. Questa domanda li ha portati ad approfondire nella pandemia a vedere più chiaramente quanti amici hanno, che relazioni sono, cosa vorrebbero. Quindi se da una parte ha isolato quelli che hanno rifiutato di guardarsi dentro hanno ancora paura, invece ha svegliato quelli che hanno deciso di guardarsi dentro. Chiaramente il mio lavoro è aumentato tantissimo e quelli che sono molto isolati mi trovano spesso leggendo il libro e poi mi contattano, però hanno quasi paura del primo incontro, quindi mi chiedono ma lei fa un evento dal vivo? Certo io sarò a Milano 16 di gennaio dal vivo con un workshop full day, però ecco diciamo la pandemia ha portato a una doppia realizzazione chi era in dubbio ha avuto il tempo di fermarsi cercare contattarne tirare fuori quello che sentiva già da tempo chi invece nella pandemia si è ulteriormente rinchiuso si trovano un forte isolamento ulteriore e io colgo l’occasione di dire c’è la possibilità di uscire aprire la porta anche la finestra, e anche il tetto a volte, e veramente vivere questa vita come va vissuta ma con la relazione parlando e non parlando a vanvera, parlando con il proprio sé più profondo

Debora Banfi: Certo grazie mille e mille anche se vuole essere il messaggio finale è anche una sorta di buon proposito per ai nostri ascoltatori cioè ritornare soprattutto a prediligere la relazione quella vera anche giustamente attraverso la propria voce per comunicare la propria identità grazie mille ovviamente grazie a voi da casa cercate Milena origgi su internet sui social media giusto per seguire quelle che saranno le sue attività anche in Italia. Dicevi appunto una data a Milano ovviamente ce ne saranno anche delle altre e sicuramente su internet si potranno trovare maggiori dettagli. Grazie come sempre grazie anche a voi da casa e al prossimo speciale rete 55.

 

Fai il primo passo!

Offriamo formazione di livello internazionale per migliorare le proprie capacità comunicative personali, sociali e lavorative. Siamo specializzati nel campo delle presentazioni, leadership, media training, interviste e public speaking.
Inborn Voice crea i leader del futuro.

Prenota online il tuo primo incontro di Valutazione Vocale cliccando sul pulsante qui sotto!

Prenota un corso di Public Speaking
 
Il Vocal Coaching scelto dai Leaders
 

Hai domande? Ti rispondiamo!

Sei interessato a migliorare la tua voce con lezioni private, corsi o hai qualche domanda?
Compila il modulo qui sotto!

* Campi obbligatori e privacy garantita!

 
 
 
Scopri di più su Inborn Voice
e Mylena Vocal Coach:
  • L'arte di mantenere sana la Voce - Milena Origgi
    eBook Gratuito!
    L'arte di mantenere sana la Voce


    Puoi acquistare il libro su Amazon o in qualunque libreria. Ti offriamo l'opportunità di scaricare gratuitamente la versione ebook del libro di Mylena Vocal Coach book "L'arte di mantenere sana la Voce": dovrai seguire attentamente le istruzioni che riceverai via email!

    Il libro include: ● Le cinque regole d'oro di Mylena Vocal Coach ● 28 Consigli pratici ● 25 Testimonianze ●  e molto altro!

    Scopri di più
  • La via della voce - Milena Origgi
    La Via della Voce
    Nascondere un segreto sulla bocca di tutti


    Milena ha così tanto a cuore il benessere e l'espressività delle persone che ha già scritto più di un libro su come usare la voce e le liberare le capacità interpersonali dell'uomo. Il suo ultimo libro, la via della voce, spiega con parole semplici e comprensibili che cos'è e come attingere alla propria Inborn Voice per migliorare drasticamente il proprio modo di esprimersi e di vivere la vita.

    Scopri di più
  • La guru della voce - Mylena Vocal Coach
    La Guru della Voce
    il nuovo libro di Mylena Vocal Coach


    Questo libro contiene 16 esperienze di vita che hanno tutte un punto di partenza comune: la formazione vocale attraverso il metodo Inborn Voice®. Sono tutte persone che hanno cercato Mylena per migliorare le loro capacità di comunicazione personale, professionale o sociale. Donne e uomini di ogni età o provenienza, che riappropriandosi delle sonorità della propria voce sono riusciti a dare una svolta alla loro vita, risorgendo letteralmente dalle ceneri come una fenice.

    Scopri di più
  • Video Corsi di Vocal Coaching su Patreon
    Video Lezioni di Vocal Coaching
    disponibili sulla piattaforma Patreon


    Milena continua ad essere una pioniera dei media digitali. Infatti, ha appena lanciato un nuovo servizio di formazione sulla piattaforma Patreon. A fronte di un piccolo contributo, è possibile accedere a video formativi esclusivi (in inglese, con sottotitoli in italiano) che spaziano da come usare la voce nella recitazione a come interagire nel mondo della finanza.

    Scopri di più
  • Mylena Vocal Coach su Youtube
    Una vera Vocal Coach
    finalmente su Youtube


    Finora era impossibile trovare un'autentica Vocal Coach su youtube. Si trovano per lo più insegnanti di canto o dei critici che non insegnano niente di utile o che, peggio ancora, invitano a sperimentare tecniche pericolose per la salute delle corde vocali. Mylena Vocal Coach mette a disposizione sul suo canale dei veri e propri percorsi di vocal coaching adatti a chiunque voglia migliorare l'espressività e le capacità comunicative.

    Scopri di più
  • Workshop Inborn Voice con Milena Origgi
    Workshops Inborn Voice
    in tutto il mondo.


    Se preferisci un evento di gruppo alle lezioni personali online, allora i nostri Workshop fanno per te. Teniamo Workshops in tutte le principale città del mondo, come Milano, Londra, Parigi, New York e Los Angeles.

    Contattaci per essere tra i primi a conoscere quando sarà il prossimo evento vicino a te. Prenotando in prevendita risparmierai tempo e danaro!

    Scopri di più

Lascia un commento