English Version
+39 0331/1816160
  • Principi da seguire per evitare silenzi imbarazzanti

Principi da seguire per evitare silenzi imbarazzanti

conversation

Vi è mai capitato di partecipare a qualche evento sociale e parlare con uno sconosciuto per cinque minuti per poi perderlo completamente di vista? Tutti siamo consapevoli di non voler stringere rapporti di amicizia con chiunque incontriamo, ma in realtà, chi più, chi meno, tutti abbiamo bisogno di sviluppare continuamente nuove amicizie. Infatti I rapporti di amicizia cambiano continuamente, diventano più stretti o ci si perde. Ad esempio durante il periodo scolastico si parla ogni giorno con gli stessi amici, ma poi improvvisamente tutto finisce con l’inizio dell’università o della vita lavorativa. Questa è la vita ed è proprio per questo motivo che ognuno di noi deve essere in gradi di iniziare una conversazione e sviluppare nuove relazioni con le altre persone.

Si può iniziare una conversazione praticamente ovunque, dagli incontri di lavoro ai bar. Questa è una capacità essenziale che ogni persona che vogue avere un buon successo sociale, deve avere. Chi non è stato fortunato e non ha imparato queste capacità da piccolo, si troverà spesso in situazioni e in silenzi imbarazzanti, come quelli descritti all’inizio. Queste sono alcune delle cose da non fare se si vuole evitare l’imbarazzo.

  1. Non fare domande!!!

Ogni volta che avete partecipato ad una riunione di famiglia, che sia un compleanno o una festa comandata,  I vari parenti avranno posto domande, spesso fastidiose, come “Che lavoro fai” & “Quando ti sposi”. Questo modo di approcciarsi è fastidioso persino tra parenti, quindi non è assolutamente da utilizzare quando si incontra uno sconosciuto per la prima volta. In realtà anche delle domande più semplici, tipo “Cosa fai questo fine settimana?” oppure “Come va?” vi porteranno irrimediabilmente a cadere in un momento di imbarazzo.

Che sia chiaro, solo alcune domande, quelle personali, vanno evitate. L’obiettivo deve essere quello di fare parlare l’altra persona, quindi è importante capire quali argomenti è meglio evitare per attaccare bottone. Non solo quelli personali, ma anche quelli che possono innervosire o annoiare: altrimenti la conversazione morirà sul nascere.

  1. Non siate negativi

Ogni essere umano ha dei sentimenti. Sebbene sia sempre raccomandabile evitare di esprimere agli altri I propri sentimenti negativi, che potrebbero ammorbare o turbare persino chi ci ama, è buona cosa evitare di comunicargli agli sconosciuti: non sono un cestino dell’immondizia! Il modo migliore per allontanare una persona, o per farla piombare nella depressione, è scaricargli addosso tutta la nostra negatività. Ecco un piccolo esempio per farvi capire bene questo aspetto.

Hotel Receptionist: Da dove arriva?

Ospite: Boston

Hotel Receptionist: Odio Boston. Ci sono stata l’anno scorso. Il freddo e la neve mi hanno rovinato completamente la vacanza. Non penso di tornarci!

Ospite: …(silenzio da imbarazzo)

Tutti conoscono il clima di Boston, non c’è bisogno di gettarlo in faccia a chi non si conosce: il risultato è solamente interrompere la conversazione ed alterare l’umore della controparte.

  1. Complimenti

Se un amico o un collega di lavoro cambiano acconciatura è lecito domandare “hai cambiato taglio?” o è meglio dire “La nuova acconciatura ti sta bene!”. Entrambi le frasi parlano dei capelli, ma la seconda frase è sicuramente Eda preferire. Quando si fanno complimenti è sempre opportuno comunicare messaggi chiari. Un complimento detto come “profumi come una persona che è appena stata in spiaggia” può anche risultare offensivo. Quello che nei nostri ricordi può essere un buon profumo, nei ricordi dell’altra persona può essere qualcosa di disgustoso. Questo tipo di frasi può uccidere qualunque tipo di conversazione in pochi istanti.

Al fine di gestire una conversazione piacevole è possibile fare domande, ma solo quelle che non implicano il dover comunicare qualcosa di strettamente personale. Dato che la linea di demarcazione tra il personale e il lecito è spesso difficile da comprendere, vi farò un’esempio. L’altro giorno ho acquistato un paio di scarpe nuove. Non appena sono entrata nel mio studio la segretaria le ha viste e mi ha detto “Che belle scarpe, dove le hai prese?”. Non solo ha iniziato la conversazione, ma mi ha anche fatto un complimento. Una volta risposto alla domanda, la segretaria ha continuato dicendo che quelle scarpe sarebbero state un perfetto regalo di compleanno per sua sorella, che avrebbe compiuto gli anni di li a poco.

Non è semplice iniziare la conversazione con uno sconosciuto, ma una volta fatto il primo passo, tutto diventa più semplice e non è improbabile sviluppare un’amicizia. Se seguirete questi tre semplici principi, non incontrerete mai silenzi imbarazzanti nella vostra vita.

Il modo migliore per imparare ad attaccare bottone è quello di prendere lezioni di Vocal Coaching. Noi offriamo lezioni private, corsi specifici e anche training per sostenere colloqui di lavoro. Lavoriamo Online con tutto il mondo in Italiano, Inglese e Francese.

 

Lascia un commento