Vocal Coaching US/UK/AU
+39 0331/1816160

Libri

Che cosa significa parlare sinceramente?

Che cosa significa parlare sinceramente?

Parlare sinceramente è qualcosa di tanto semplice quanto complesso. Sicuramente i bambini piccoli sono sinceri, almeno fino a che non gli viene insegnato a mentire. In La via della Voce ho sviscerato profondamente quello che intendo per “mentire”, per cui vi invito ad approfondire l’argomento leggendo il libro.

In questo contesto è meglio indagare il significato di sincerità, infatti spesso si da per scontato cosa realmente significhi. Non vuol dire altro che “interamente puro”, ovvero “interamente senza mescolanza”. Si sta esprimendo l’idea di qualcosa che sia composto tutto della stessa sostanza. Ad esempio un gelato alla crema è “sincero”, un variegato all’amarena no, perché oltre alla crema contiene anche lo sciroppo d’amarena.

Quindi parlare sinceramente, in qualche modo non implica per nulla il “dire la verità”. Non impedisce di raccontare una menzogna, non richiede di parlare “con il cuore”, non richiede autenticità o compassione. Queste sono tutte fantasie, visioni parziali e limitate di una realtà molto più complessa.

Per parlare sinceramente basta avere un’idea ben chiara ed essere in grado di comunicarla senza che si intrometta null’altro all’interno del messaggio.

Nella mia esperienza più che trentennale di Vocal Coach incontro sempre più spesso persone e allievi che fanno esclusiva affidamento a manuali e a libri, senza considerare neanche la necessità o la possibilità che esista anche dell’esperienza pratica.

Questo è esattamente quello che insegno agli attori nei miei workshop di Los Angeles, New York e Milano: per “recitare” un’emozione bisogna essere sinceri. Ovvero non basta provare l’emozione, ma bisogna riuscire ad esprimere solo quell’emozione. Se a quell’emozione, sempre se si è capaci di suscitarla, si aggiunge qualcosa d’altro, come la preoccupazione, l’ansia, i vuoti di memoria o altro, non si potrà mai essere sinceri.

Questo è il motivo per cui occorre l’aiuto di un vocal coach, infatti sebben altre discipline insegnino a controllare le emozioni, solo un valido vocal coach, non uno qualunque, può insegnare a riconoscere quali e quante emozioni vengono trasmesse recitando. Senza un addestramento specifico sulla propria vocalità è veramente difficile essere oggettivi e riconoscere quando si sta “mentendo” a se stessi.

Imparare a controllare la voce, riuscire ad essere sinceri, può aiutare anche le persone normali, non solo i professionisti della recitazione, della politica, del commercio o della finanza. Il mio lavoro è aiutare le persone a ritrovare la propria inborn voice, ovvero l’unica voce realmente “sincera” all’interno di ognuno di noi.

Qual è il miglior modo di aiutare chi ha problemi?

Qual è il miglior modo di aiutare chi ha problemi?

Il lavoro di Vocal Coach è sempre molto interessante e molto spesso, quando un allievo è riuscito a liberare la sua voce, mi ricontatta perché questa scoperta lo porta a volere “aiutare gli altri”.

Qui si apre una sorta di dilemma amletico perché chi non vorrebbe aiutare gli altri? Tutte le persone buone di cuore sentono l’istinto di aiutare il prossimo, il problema è che non sanno come fare. Prima di analizzare questo aspetto, forse è meglio fare una digressione e cercare di capire da dove e perché nasce questa nuova spinta altruista.

Quando una persone scegli di lavorare un poco più in profondità sulla sua voce attraverso il metodo Inborn Voice e il mio aiuto, nel giro di qualche settimana si accorge che la vita, per come la conosceva prima, smette di esistere. Pian piano, una passo alla volta, finalmente riesce a fare quello che sembrava impossibile: riesce a comunicar agli altri. L’uso consapevole della voce consente l’affiorare dei suoi sentimenti, delle sue paure ed dei suoi punti di forza.

Questo sembrerà poco, ma in realtà è tutto quello che occorre per cambiare radicalmente la propria vita, per iniziare a svegliarsi. Spesso le persone non sono consapevoli di avere  difficoltà espressive, sono quai sempre convinte che siano gli altri a “non capire”. Durante la loro vita hanno imparato, un’esperienza dopo l’altra, che è estremamente difficile ottenere una collaborazione o instaurare un rapporto duraturo. Col tempo imparano anche a rassegnarsi. Ad un certo punto smettono persino di interagire con gli altri: alcuni scelgono di “lamentarsi” di tutto, altri preferiscono soffrire silenziosi.

Come ho spiegato nel mio libro, La via della voce, molte di queste persone insoddisfatte della loro situazione vengono irretite da quelle che definisco discipline onirizzanti ed entrano a far parte di “gruppi” omogenei di persone convinte che sia possibile trovare una “cura”, una soluzione al di fuori da se, facendo o condividendo qualcosa all’interno di un gruppo. Il gruppo è certo quello che cercano, ma anziché costruirne uno adatto alla propria realizzazione di vita, se ne fanno andare bene uno preconfezionato. Altre persone, forse più fortunate, intuiscono che la soluzione va ricercata in profondità, all’interno e cercano di apprendere qualche disciplina che li aiuti all’introspezione. 

Anche se non tutti lo sanno, il mio lavoro di Vocal Coach è un po questo. La voce umana, quella vera, l’Inborn Voice, nasce nelle profondità più recondite dell’animo. Quando riesco a fare rifiorire la loro voce, le persone scoprono quello che andavano cercando era sempre stato sotto il loro naso, ovvero “la bocca”, la voce. E la loro vita cambia. Cambia perché dove prima ottenevano un rifiuto, ora ritrovano una conferma. Dove prima nasceva una lite, ora si costruisce serenità. Dove prima le porte rimanevano chiuse, ora riescono a riconoscere il portone già spalancato che stava li in bella vista. A seconda della determinazione e della persona, i risultati possono essere più o meno eclatanti, come potete vedere dalle video testimonianze che ho sul mio sito.

Sono estremamente felice quando una persona, grazie al mio lavoro, smettere di credere  che non ci siano più speranze di migliorare la propria vita, che sia lavorativa, sentimentale o sociale. E sono ancora più felice quando decide di volere condividere con gli altri questa loro “scoperta”, aiutando di fatto altre persone.

Qui è dove qualche volta nascono confusioni. Per qualche strano motivo, qualcuno che ha scoperto i benefici del mio lavoro, una nuova vocalità efficace, sceglie di non condividere con gli altri il mio lavoro. Mi tiene nascosta, come una cosa preziosa, non vuole che i sappia cosa sia stato a far sbocciare la loro vita e in qualche modo cercano da me consigli come fare per aiutare in prima persona gli altri. Il risposta che lascio sempre loro è semplice. Cosa ha portato loro la scelta di voler tenere nascosta la loro voce, i loro sentimenti, le loro aspettative? Solo sofferenza e una vita insoddisfacente. Tenendo soppressa la felicità di voler gridare al mondo “è possibile migliorare la propria vita lavorativa”, “è possibile avere relazioni sentimentali soddisfacenti” o “è possibile migliorare la propria vita sociale”, non si costruirà nulla di buono. Il modo più semplice per condividere con gli altri i risultati è quello che hanno già appreso da me, grazie al mio lavoro di vocal coach. Basta semplicemente dire agli altri “Ascolta, anche io prima ero simile a te, poi ho scoperto la mia voce grazie a Mylena Vocal Coach e la mia vita ora è quella che vedi”. Saranno poi gli altri decidere se e come contattarmi per iniziare un percorso assieme. L’idea di volerli aiutare in prima persona è qualcosa di meritevole, ma sono pochissime le persone che mi chiedono come si possa diventare una vocal coach del metodo Inborn Voice.

Questo succede non solo grazie al mio lavoro, ma in tutte le discipline che in qualche modo smuovono lo stato delle cose e portano una persona a vivere la voglia di gridare al mondo che, dopo tante sofferenze, hanno finalmente trovato una qualche soluzione. L’errore non è quello di volere aiutare gli altri in modo attivo, in prima persona, ma quello di pensare che tutti gli altri abbiano lo stesso nostro problema o che la nostra soluzione sia universale. Ogni mio cliente vede solo una piccola sfaccettature del mio lavoro di Vocal Coach, quella che più serviva a loro. Non riescono a comprendere quanto in realtà il mio lavoro sia più complesso di dare qualche esercizio, che ogni esercizio è stato costruito sulle loro problematiche, che 100 clienti diversi avranno 100 esercizi diversi. Quando lo scoprono, ben poche persone sono disposte a “studiare” un argomento così ampio per così tanti anni. 

Quindi il modo migliore per aiutare una persona è quello di condividere con lei l’idea che sia possibile cambiare, che ci si è riusciti grazie all’aiuto del lavoro di una professionista ben specifica. Se si ha la lavastoviglie che non funziona, si chiama un tecnico. Se si incontra una persona che lamenta il malfunzionamento della propria lavastoviglie che si fa? Ci si mette a smontarla o si consiglia chi ha risolto il nostro problema?

Un solo consiglio utile per prendere tutte le decisioni importanti

Un solo consiglio utile per prendere tutte le decisioni importanti

Ogni giorno ogni essere umano prende centinaia di decisioni. Se stai leggendo queste poche righe è grazie ad una decisione, magari legata al caso, ma comunque una scelta. Ebbene sì, molte decisioni sono oramai inconsapevoli, sono diventate parte di una sorta di autopilota, ma ciò nonostante tutto quello che facciamo, anche “non fare niente”, lavarsi i denti o muovere il proprio corpo è frutto di una nostra decisione.

Se l’argomento ha catturato il tuo interesse, ora vorrai sapere in quale modo la tua voce, ovvero il mio lavoro di Vocal Coach, sia d’aiuto nel prendere una decisione. Questa è la parte più profonda del mio lavoro di Vocal Coach, quella che mi reso nota come Voice Guru in tutto il mondo: non meravigliarti se è la prima volta che ne senti parlare.

Tutta la nostra esistenza è un continuo susseguirsi di decisioni. E ogni decisione comporta delle conseguenze e future decisioni.

Ora cercherò di spiegare come la voce, sia in realtà strettamente connessa ad ogni decisione. Non è un’idea complessa, la intuirete facilmente.

Avrete sicuramente già sentito parlare del “libero arbitrio” e avrete già un’idea di cosa questo comporti. Ma siete davvero sicuri di averlo compreso fino in fondo?
Libero arbitrio in realtà significa letteralmente “farsi piacere la decisione presa”. 

Non significa affatto “avere la possibilità di scegliere quello che si vuole”, ma “avere la possibilità di farsi piacere quello che si vuole”. Al limite si potrebbe interpretare il concetto con “avere la possibilità di scegliere quello che ci piace”. 

Infatti l’idea di stessa di prendere un decisione è esclusa dal libero arbitrio, infatti  qualunque decisione si prenda, sarà sempre possibile farci piacere le sue conseguenze. Se vogliamo forzare l’uso di una parola che non mi piace, ogni decisione è per quella “giusta” per noi.

Prima di comprendere oltre è bene indagare anche sul significato della parola “decidere”.
De- è un prefisso che solitamente significa “rimuovere, eliminare”, un parente prossimo di Dis. La restante parte della parola, è originata dal verbo latino Cidere, che significa “tagliare via”. Ora non è mia intenzione annoiarvi con l’origine delle parole, ma vi basterà pensare agli alberi caducifoglie, ovvero a quelli che perdono le foglie nei mesi invernali, per ricordarvi la parola decidui. L’origine delle due parole è la stessa. Quindi De-Cidere significa letteralmente Eliminare quello che si può tagliare via.

Quindi per prendere una decisione bisogna essenzialmente sapere cosa si può eliminare e cosa invece si deve tenere. Anche la parola scegliere ha la stessa origine e infatti significa separare la parte migliore di una cosa dalla peggiore.

Tutto questo cosa centra con la voce? È molto semplice una volta che si comprende lo scopo meraviglioso che contiene al suo interno. La nostra voce è l’unico strumento di cui siamo dotati che ci consente di poter giudicare e comprendere realmente e intimamente se qualcosa “ci piace” o meno. 

Un’idea semplice che può sembrare difficile da mettere in pratica, ma se questa breve spiegazione vi ha fatto intuire una luce, una piccola guru, alla fine del tunnel allora ti è stata data la possibilità di comprendere oltre.

Avrai modo di approfondire questo aspetto del mio lavoro leggendo il mio blog sul vocal coaching, il mio ultimo libro “La via della Voce”, partecipando ai workshop specifici che ho creato (la serie “l’Identità e la voce“), oppure con un percorso di formazione vocal coach personale online.

Mylena Vocal Coach intervistata per la RAI

Mylena Vocal Coach intervistata per la RAI

Oggi è stato mandato in onda sulla RAI, nella trasmissione L’Italia con Voi, dedicata agli Italiani all’estero un’intervista che mi è stata fatta a New York.

Il caso non esiste e chi mi segue saprà che ho accompagnato Giovanni Scialpi alla trasmissione RAI “Ora o Mai più” condotta da Amadeus e con presente anche Jessica Morlacchi. Ebbene la puntata della trasmissione si è aperta con Jessica, seguita da Amadeus e subito dopo è partita la mia intervista. Ne approfitto per mandare un caro abbraccio ad Amadeus e a tutti il cast della trasmissione, ma anche a tutti gli operatori dello Studio!

Ma vediamo l’Intervista di Mylena Vocal Coach per la RAI effettuata a New York City:

Ecco la trascrizione completa:

Prima però devo lanciare il prossimo servizio del nostro Andrea Fumagalli.
Andiamo a New York e sentiamo una vocal coach

Oh, Great!

Milena Origgi è una vocal coach originaria di Busto Arsizio.
Dopo un’esperienza a Londra, Milena vive a Boston da tre anni

Stasera è a New York a presentare il suo libro “The Way of the Voice” – “La via della voce” in cui illustra il suo metodo di formazione vocale Inborn Voice®, ovvero la “voce innata”.

Questo metodo è l’unico metodo al mondo che non cerca di immettere nozioni nella persona ma cerca di estrapolare, togliere, far uscire, rimuovere, errori o cose, se vogliamo non corrette, e liberare completamente la nostra capacità, la nostra vocalità e tutta la nostra espressività!

Porto alta la bandiera dell’Italia per il concetto “artigianale”

Le mie lezioni si aprono almeno in tre modalità, generalmente sono lezioni che si occupano della vocalità a livello tecnico per chi sceglie la parte “tecnica” che la prima parte, quindi gli esercizi non sono esercizi come i soliti vocalizzi ma sono esercizi quasi muti, fatti in silenzio.

Eppure la voce migliora!
E questa è la prima magia.

Seconda magia: alcuni mi chiedono di andare ancora più in profondità allora qui si parte nella seconda parte di questo metodo ed è la parte “emotiva”, più quella tecnica. Le persone cominciano a migliorare un approccio a livello di socializzazione, a livello di coppia, parlano tra di loro e migliora la comunicazione.

Terza ed ultima parte che quella più complessa e devo dire si arriva quasi 3-4% dei miei clienti è lo stato avanzato ed evoluto ed è il Riallineamento Vocale®

Cosa vuol dire, non solo si crea un collegamento con la voce esterna e la voce interna ma questo si riflette nell’universo in tutto quello che noi incontriamo a livello fisico quantistico ma soprattutto ovviamente è chiaro che sia anche a livello spirituale.

Ho sempre desiderato fortemente vivere negli Stati Uniti fin da quando ho
iniziato a spostarmi a 16 anni e non ho pensato esattamente di fare questo ma sicuramente ho pensato che ci sarei riuscita e quindi non ho mai mollato e la determinazione è stato l’elemento principale

L’evento di questa sera è organizzato da Learn Italy, un’agenzia che promuove la diffusione della cultura e della lingua Italiana

Noi organizziamo degli eventi per promuovere i talenti italiani per
promuovere le eccellenze italiane che sono moltissime e con l’evento
di questa sera abbiamo lanciato una nuova serie di progetti che si
chiama “Talenti in rete” quindi porteremo in america soprattutto nella città di New York dei talenti che possono essere una Vocal Coach come oggi nel caso di Milena oppure possono essere degli dei creatori di moda o degli esperti in enogastronomia e cose simili

La nostra è un’agenzia importante anche sul piano della formazione della cultura italiana nel mondo infatti da diversi anni portiamo avanti i corsi di Alta Formazione post degree quindi post universitaria e in più siamo autorizzati e riconosciuti dall’università per stranieri di Siena per i corsi di lingua e cultura italiana in particolare rivolti a tutti coloro che vogliono conseguire delle certificazioni riconosciute a livello internazionale come per esempio il CILS che è il certificato di italiano come lingua straniera che è valido per le università per l’accesso nel nostro paese per le richieste riguardanti la cittadinanza, i vistii di studio e altro.

Sono felicissima di una serata come questa perché enti di formazione come Learn Italy USA sono riusciti a gettare un ponte sull’atlantico mettendo in rete i talenti italiani che si stanno facendo valere all’estero perché questa è la nostra ricchezza la nostra cultura la nostra intelligenza alla scoperta di nuovi percorsi attraverso i quali aiutare in modo a diventare migliore

Un saluto allora a Milena Origgi e anche Silvana Mangione del consiglio generale degli italiani all’estero che è stata anche nostra ospite qualche settimana fa insieme ai membri del comitato di presidenza.

Ecco la puntata integrale della trasmissione RAI L’Italia con voi dove è presente Mylena Vocal Coach

L’arte di mantenere sana la voce

L’arte di mantenere sana la voce

Come farla sopravvivere nella giungla di Internet


Da oggi troverete in tutte le librerie, anche online, un mio nuovo eBook che ho intitolato “L’arte di mantenere sana la voce”.

E’ un eBook di 100 pagine che include gran parte dell’esperienza che ho accumulato negli anni sia lavorando, sia ricevendo ogni giorno decine e decine di email con richieste d’aiuto da parte di persone più o meno disperate del fatto che in qualche modo si rendono conto di non riuscir più ad usare la loro voce nel quotidiano.

Il mio impegno sociale è noto da tempo. Oltre alle varie attività che passano in sordina, rispondo di persona sempre a tutte le email che ricevo e offro sempre a tutti un incontro di valutazione vocale direttamente con me. Questo può sembrare poco, ma a lato pratico mi tiene molto impegnata.

In base alle email che ricevo pare proprio che il “fai da te” e soprattutto i video tutorial su YouTube siano alla base di tante vocalità compromesse. Dato che sarebbe sconsiderato da parte mia additare tutto come “dannoso” o “incompetente”, ho preferito darvi modo di comprendere da soli quando qualcosa è sicuramente da evitare e non professionale.

Nella speranza di riuscire a “salvare” preventivamente almeno una parte di queste persone, dato che l’argomento “salute vocale” è per me molto importante, ho deciso di rendere disponibile questo ebook anche in forma gratuita attraverso il mio sito.

Vi chiedo di aiutarmi a diffonderlo il più possibile attraverso i vostri social, i vostri blog o qualunque altro sito. L’unica raccomandazione è quella di condividere il link dove scaricare l’eBook e non l’eBook stesso. Condividere il link significa condividere questa pagina:

https://www.inbornvoice.com/it/arte-di-mantenere-sana-la-voce.html

e non il suo contenuto, infatti il libro è protetto da copyright e condividere il PDF vi manderebbe incontro a inutili problemi.

Ecco dove scaricare gratuitamente l’eBook “L’arte di mantenere sana la voce” by Mylena Vocal Coach.

L’eBook include le mie 5 regole d’oro, 28 Consigli pratici e ben 25 testimonianze così che possiate comprendere l’entità del problema.

Per chi preferisce il formato cartaceo o utilizzare un dispositivo Kindle, ho chiesto all’editore di pubblicarlo al prezzo di realizzo, per cui lo troverete davvero economico.