Vocal Coaching US/UK/AU
+39 0331/1816160

Le 5 regole per pronunciare un “Ti Amo” indimenticabile

Le 5 regole per pronunciare un “Ti Amo” indimenticabile

Questa mattina mi sono svegliata di soprassalto, eccitata dalla ricorrenza che cade oggi: San Valentino! Che lo si voglia oppure no, San Valentino smuove gli animi e colora tutte le città di rosso e le riempie di cuori. Ci si sente uniti dalla forza dell’amore e anche se in realtà lo si vive quotidianamente, il sentimento si amplifica celebrandolo tutti assieme.

Per i single può essere un momento difficile o di speranza, ma non c’è da preoccuparsi perché l’amore esiste, basta solo fidarsi e ascoltare la propria Inborn Voice.

Con l’entusiasmo di una bambina ho deciso di scrivere questo post e di condividere con voi la forza nascosta nella nostra voce che si può diffondere nel mondo portando amore e perché no, sensualità.

Facciamo un piccolo passo indietro per rendere omaggio alla leggenda legata a San Valentino. Si tramanda che fosse solito donare ai giovani innamorati un fiore del suo giardino, una rosa, come buon auspicio per il loro amore. Una di queste rose diede vita ad un grande amore che si dimostrò duraturo e felice. Così di fiore in fiore si diffuse questa bellissima ricorrenza.

Chi viene trafitto dalla freccia di Cupido si trova improvvisamente a parlare con gli occhi, ad avere un sorriso ebete sul volto e incapace di pensare ad altro che alla propria anima gemella. Certo i sentimenti che si smuovono all’interno non sono semplici da gestire o da comunicare.

Non avete idea di quante persone mi contattino per fare le prove di quel “Ti amo” o di un discorso al matrimonio.

Che bello vederli diventare rossi, titubanti, sorridenti, vivi insomma innamorati.

Eccoci quindi alle 5 simpatiche regole su come esercitarvi a pronunciare questa meravigliosa frase.

  • Mettetevi davanti allo specchio e pronunciate osservando bene quanta aria esce e si condensa sullo specchio  
  • Muovete le labbra formando un cuore al meglio delle vostre capacità
  • Chiudete gli occhi e ascoltatevi
  • Prendete un bel respiro ma non troppo!
  • Convogliate tutto il vs sentire e lasciate uscire le stesse vibrazioni che solleticano e fanno danzare le farfalle nel vostro stomaco et voilà

Queste semplici regole vi doneranno la magia di guardarvi, sentirvi, raccogliervi e lasciarvi trasportare dal sentimento più bello del mondo il resto lo farà l’amore.

Avete domande, scrivetemi!

Adoro parlare d’ amore e aiutarvi a veicolarlo con entusiasmo e soddisfazione.

Se solo il mondo fosse più silenzioso, sarebbe facile capire cos’è una vera Inborn Voice

Se solo il mondo fosse più silenzioso, sarebbe facile capire cos’è una vera Inborn Voice

Quasi ogni giorno ricevo e-mail, messaggi e telefonate da persone interessate al mio lavoro. Alcuni cercano di migliorare le proprie capacità di presentazione, altri sono pronti a dare un’accelerazione alla loro carriera con un po’ di formazione vocale, altri cercano solo di tornare ad amare ancora una volta la loro voce. Ma quasi tutti mi fanno una sola domanda. Cos’è questa Inborn Voice di cui parlo sempre?

Quando si tratta di formazione della voce, ci sono molti modi per insegnare alle persone come utilizzarla al meglio. Il più frequente e abusato è “per ripetizione”. L’insegnante vi chiederà di ripetere all’infinito alcuni esercizi con la promessa di “migliorare” la vostra voce in poche sessioni. Il più delle volte la vostra voce cambierà, questo è sicuro. Ma un cambiamento non è sempre un miglioramento.

Il mio modo di insegnare ad usare la voce, di essere Vocal Coach è diverso. Ascolto la tua voce, la tua Inborn Voice, e solo dopo ti aiuterò a tornare ad avere la voce, piena di colori e di energia, che avevi da piccolo.

Non è facile da spiegare, perché molte persone si aspettano di imparare attraverso esercizi vocali simili a quelli già visti nei film o nei programmi televisivi. Io insegno attraverso esercizi totalmente diversi, quasi silenziosi.

Ieri sera stavo guardando il film “Io sono leggenda” e ho trovato qualcosa che potrebbe aiutarvi a capire meglio ciò che in realtà è quello io chiamo Inborn Voice.