Vocal Coaching US/UK/AU
+39 0331/1816160

Topic Expert per l’Università Cattolica del Sacro Cuore

Topic Expert per l’Università Cattolica del Sacro Cuore

Ecco il video del mio primo intervento in qualità di Topic Expert, ovvero Cultrice della Materia, per il corso di Comunicazione 2016 dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Buongiorno a tutti!

Sono Mylena Vocal Coach e ho dedicato TUTTA la mia vita allo studio e all’insegnamento del meraviglioso strumento chiamato voce.

Mi occupo di formazione vocale a 360° e il mio lavoro si divide principalmente tra Europa e Stati Uniti, anche grazie al supporto telematico e alle lezioni online!

Attualmente mi trovo a Boston, ragion per cui vi raggiungo con questo video.

Molti di voi saranno portati a pensare che il mio lavoro sia limitato al mondo del canto, la massima espressività vocale dell’essere umano, eppure, sempre più di frequente vengo richiesta da business leader, attori e persone comuni che riconoscono di avere carenze espressive legate alla voce.

Roberta mi ha chiesto di preparare un piccolo intervento per aiutarvi ad intuire la magia della voce umana, uno strumento capace di trasportare la complessità di un pensiero, di un’idea, di un sentimento, da una persona all’altra.

Oggi, nell’era digitale, non è per nulla semplice mettere in pratica le teorie che gli studiosi riescono a codificare osservando chi ha qualche qualità comunicativa particolare.

Infatti, non è sufficiente conoscere le nozioni, non basta neanche sforzarsi di metterle in pratica.
Affinché la comunicazione sia efficace, la vostra voce deve essere partecipe e coerente con il vostro messaggio.

In realtà ognuno di voi utilizza la propria voce senza esserne cosciente, infatti la formazione vocale che continuate a maturare, giorno dopo giorno, è lasciata per lo più al caso fortuito.

E se vi dicessi che gran parte dei vostri risultati interpersonali è legato proprio al vostro modo di usare la voce?

Ogni momento chiave della vostra vita, è stato, e sarà sempre legato ad una comunicazione vocale.

Cercherò di farvi INTUIRE l’importanza dell’aspetto pratico della voce attraverso alcuni esempi.

(Suono di un messaggino whatsapp).

Non avete dimenticato di mettere in modalità silenziosa il vostro cellulare!

Nessun timore ragazzi!

Vi ho preparato questo simpatico scherzetto per farvi comprendere come anche l’ascoltare sia comunicazione.

Ognuno di voi reagito, più o meno coscientemente, in seguito a un semplice stimolo sonoro.

Provate a immaginare quale potere può avere su ognuno di voi il suono della voce umana, capace di molte più sfumature di qualunque altro strumento musicale al mondo.

Prendete il suono legato un semplice saluto, il primo incontro tra due persone.

Potrei farvi molti esempi di come sia possibile pronunciare un semplice “ciao”, ma preferisco lasciare libero spazio alla vostra fantasia.
Ognuno di voi è sicuramente in grado di pensare ad un ”ciao” pronunciato in decine di modi diversi, ma se poi prova a metterlo in pratica, dando voce al suo pensiero, probabilmente il risultato sarà ben lontano dalle aspettative.

Perché l’immaginazione sembra riuscire a superare la realtà?
Da dove nasce questa difficoltà?

La risposta è complessa.
Una causa facilmente comprensibile a tutti può essere questa.

Quante volte vi hanno chiesto di abbassare la voce o di fare silenzio quando non era necessario?

In seguito a questo, ed altri stimoli sociali, ognuno di noi ha dimenticato come mettere in pratica tutte le potenzialità espressive della voce, impoverendola sempre di più.

Si può dire che, crescendo, si impara a non usare la voce.

Eppure parlare è parte integrante della vostra vita, lo si da per scontato.
Ci si accorge di quanto la voce sia importante solo quando una laringite ci rende afoni o nascono dei problemi vocali.

Io sono qui per aiutarvi a guardarvi dentro e riscoprire quanto l’aspetto teorico della comunicazione necessiti di una vocalità consapevole, non tanto per ottenere un successo lavorativo o una buona carriera, ma per la propria realizzazione di vita personale.

Non è sufficiente essere preparati, essere ben vestiti, avere il telefonino di ultima generazione o l’automobile ultimo grido. Perché questi elementi sono l’illusione creata dal bravo prestigiatore. La vera magia è nella voce.

Voglio concludere con un esempio pratico, capace di farvi comprendere come il modo di utilizzare la voce sia effettivamente la causa del successo o dell’insuccesso di ogni comunicazione.

Se preferite potete chiudere gli occhi.

Immaginate un appello di esami qui, in questa università.
State assistendo all’esame di qualcuno che non avete mai visto prima.

Un candidato vi sembra a suo agio, ma anziché rispondere puntualmente alle domande, le argomenta con un certo savoir faire.

La votazione finale vi sorprende, la ritenete superiore a quanto meritato.

Un altro candidato vi sembra nervoso, eppure risponde precisamente e puntualmente a ogni domanda.

Anche in questo caso la votazione finale vi sorprende: la ritenete inferiore alle aspettative.

Questa può essere la differenza tra il saper comunicare efficacemente e un risultato insoddisfacente.

Non serve conoscere tutta la teoria, bisogna anche essere capaci di comunicarla agli altri nell’aspetto pratico.

Questo si ripeterà ogni giorno, in ogni comunicazione interpersonale.

Amicizie, colloqui di lavoro, rapporti familiari e relazioni amorose.

Ogni volta primeggerà non il migliore, ma chi è in grado di comunicare al meglio con le altre persone, anche se meno “bravo”, bello o preparato.

Questa, in definitiva, è la differenza tra il sapere e il saper essere.

Così come i genitori parlano al mondo attraverso i loro figli, io parlo al mondo attraverso i miei allievi.

Tutto il mio lavoro è legato al ripristinare le capacità comunicative vocali innate, per questo ho chiamato il mio metodo d’insegnamento: Inborn Voice
(la voce innata).

Ringrazio Roberta per l’opportunità che mi ha dato e tutti voi per l’attenzione concessa.

Buon proseguimento e arrivederci!
Bye!